Chi legge "esamini tutto, ma ritenga solo ciò che è giusto".

La mente non è un vessillo da riempire, ma un fuoco da accendere.

domenica 9 aprile 2017

Ritorno all'origine

Il tramonto della civiltà umana corrisponde ad un attacco premeditato alla nostra vita interiore. L'era della quantità ispessisce il sottile. Le stesse religioni son spinte dall'insana voglia di adeguarsi ai tempi e, non a caso, denunciano una sterilità spirituale senza precedenti. La nostra frammentazione interiore è conclamata. Generalizzo? Facciamoci un bell'esame di coscienza, se la troviamo ancora; oppure tentiamo di entrare in uno stato meditativo e poi mi direte. Far l'analisi dello stato attuale delle cose mi pare fin troppo facile, difficile è trovare una possibile soluzione. Possibile per il singolo, ma diventa impossibile per l'intero consorzio umano. Abbiamo bisogno di tendere verso una ricomposizione della nostra anima. Riconquistare una vita che sappia ricomporre le nostre basi materiali in un’unità spirituale superiore. Bisognerebbe imparare a vivere come monaci-cavalieri del nostro tempo, cercando tutto ciò che ci nutre l'anima, ciò che ci fortifica, cosa? Luce, esclusivamente, tutto ciò che è luminoso. Un contatto religioso, simbiotico con la natura che non sia turismo, un rapporto con il tempo che non sia compulsivo, la possibilità di arrivare a farsi un’opinione su fatti importanti solo dopo una lunga riflessione, coltivare rapporti umani che indichino l’alto. Conversare lentamente, leggere con attenzione, camminare nei boschi, pregare a lungo in silenzio. Adorare. Faticare, dormire, mangiare con gusto, digiunare con regolarità, saper godere di alcuni semplici piaceri e sapersene astenere. Narrare e ascoltare storie potenti. Rinunciare a una massa di informazioni che non ci riguardano e non ci servono e avere invece la massima cura della verità. Un nuovo templarismo, che segua un codice fedele ai principi sebbene dissimile dalla vecchia forma medievale. Non ci mettiamo a ricostruire l'antico Ordine, ma seguiamo lo spirito di lealtà, valore, coraggio, onore, umiltà. La fede, innanzitutto. Ma cos'è realmente, oltre le definizioni religiose? Nei Vangeli viene presentata come un seme nella mente dell'uomo. Se avremo la fede pari ad un granello di senape, niente sarà impossibile. La fede è un seme, ed è qualcosa di organizzato, ha la vita propria in se stesso, può crescere da solo. Se un uomo possiede un seme di fede in sé, allora è vivo, risvegliato realmente. Siamo una generazione (millenaria, in senso spirituale) incredula e perversa. Chi si volge in molte direzioni è perverso, come insegna la semantica e questo vuol dire che non avere nessuna fede, non possederne le qualità è collegato al volgersi in molte e differenti direzioni, a non avere una direzione unica da seguire. Nella vita ordinaria cambiamo opinione, strada, convinzione con estrema facilità, senza bussola vaghiamo nell'oscurità. Diciamocela tutta: siamo banderuole. Circostanze e mode ci fanno mutare umore, filosofia, certezza. Ogni sensazione ci induce a vedere la vita diversamente da un momento prima. Finché le condizioni generali della vita rimangono le stesse, crediamo di avere una certa stabilità interiore permanente. Tutto ciò è raramente dovuto a qualcosa che c'è in noi. Senza un fine siamo perduti. Il genero umano, senza la fede, è in balia del potere della Luna. Solo se ci svegliamo dal sonno possiamo riveder le stelle. Andare oltre la propria mente ordinaria è fede. Liberare il seme che è in noi, profondo ma dormiente. Ecco la parola magica: svegliarsi. Quando Gesù dice: “Lascia i morti seppellire i loro morti” (Mt. VIII, 22), non si riferisce ai morti in senso stretto. Gli uomini vengono divisi in morti e vivi con un senso ben preciso. I vivi sono coloro che hanno qualcosa di vivo in loro e quelli che non ce l'hanno sono già morti. Un uomo, tutto preso dalla vita e che non vede altro che gli interessi del mondo, del potere, del denaro, della posizione e della rivalità, è morto. Mario Draghi ben rappresenta un uomo morto che non sa di esserlo nemmeno, altrimenti sarebbe vivo. Sarà difficile che un uomo morto sopravviva alla sua morte. Il Vivente che è in noi, il seme immortale che direziona il nostro agire e che trasforma la nostra stessa natura caduta, è lì, a portata di mano, basta attrarlo, farlo salire finché ci irrorerà di quella Luce del Grande Mattino del Mondo e che dal Tabor Gesù ha di nuovo riverberato lungo i secoli, fino all'ultimo giorno.

6 commenti:

  1. la "scintilla divina"...questo granello di senape, dici che ha vita propria e può crescere da solo...come innaffiarlo? lo faccio con la fede perchè non conosco altre vie...cerco trascendenza cerco il divino e la verità. Mi piacciono le storie potenti di lealtà coraggio onore...dove ascoltarle...qui... ma dove viverle? cerco persone vere ... di fede e forse sono proprio i cavalieri-monaci che erano/sono custodi di verità. Come comprendere la legge binaria dei templari? Non lo so proprio...mi è capitato di conoscere un cavaliere del tempio e ho visto nei suoi occhi la scintilla divina...ma poi ha fatto di tutto per nasconderla con fatti comportamenti e parole. Come attrarre questo seme di luce cristica e farlo sbocciare? Chiedi e ti sarà dato - bussa e ti sarà aperto...con fede coraggio umiltà e speranza...chiedo e busso.
    Grazie per il post e cordiali saluti.

    RispondiElimina
  2. Sei rincretinito se vuoi fare entrare in uno stato meditativo uno hipster vegano in pantaloni a sigaretta, magari pure frocio. Guardati in giro, gente senz'anima ha procreato, i nuovi nati sono zombie fin dalla nascita, qui va tutto a troie...
    E tutte le direzioni portano dentro, non importa se ti trovi meglio con lo sciamanesino, il tantra o gli esercizi di loyola... usa quel che viene naturale se riesci a trovare dio scopando o camminando nel bosco o recitatando il rosario a dio non importa come fai... basta che fai, come si dice vale più un grammo di pratica che tonnellate di teoria

    RispondiElimina
  3. per "Affermazioni positive"
    tutto sto' turpiloquio per dire alla fine
    "come si dice" "vale più un grammo di pratica che tonnellate di teoria"
    FRASE FUFFA o semplicemente BLA BLA BLA...

    Friedrich Engels 1820-1865
    "un oncia di azione vale quanto una tonnellata di teoria"
    fondatore con Karl Marx del materialismo storico dialettico e del marxismo
    Swami Vishnudevananda 1927 - 1993
    "Un grammo di pratica vale piu’ di una tonnellata di teoria"
    diffondere lo yoga in occidente, la via spirituale alla pace interiore
    Mahatma Gandhi 1869 – 1948
    “Un grammo di pratica vale più di una tonnellata di predicazione”
    teoria del satyagraha ("insistenza sulla verità")etc.etc...etc.etc...

    un altro modo di restare in gabbia senza disturbare troppo - incanaliamo il gregge


    Credo nella preghiera e nella meditazione e come dici tu qualsiasi mezzo va bene
    per la ricerca di DIO basta che lo cerchi...pare che non basta cercare ma FARE
    "basta che fai"...cosa???? domanda rivolta a te...

    Devo dire queste cose assolutamente...(riferimento in generale non personale)
    tutte le direzioni portano dentro anche se tutto va a "puttane"...
    dove portano?? dentro te stesso?? e se trovi la scintilla divina ti credi Dio??
    quindi basta fare qualsiasi cosa spinti dalla fede per "trovare la verità o Dio??
    non credo proprio si continua a versare fiumi di sangue in nome di Dio e della fede
    i tempi sono cambiati adesso fa "figo" dire che Dio è dentro di te e tu sei come Dio
    Il passo è breve io scintilla di dio - io dio e tutti gli altri fuffa che dorme??
    Quindi la famosa “illuminazione” non è altro che riconoscere la divinità che è in noi,

    è cioè l’esserne consapevoli, o più precisamente “l’essere consapevoli”di essere come

    Dio? fuffa...fuffa e fuffa... un conto è far crescere il granello di senape e se siamo

    meritevoli forse possiamo incontrare il divino e tornare a casa altro conto è pensare

    di essere Dio,e qui tutta la fuffa delle teoria "pensa e crea" la tua felicità la tua

    ricchezza etc...
    penso ai bei risultati in tutti questi anni di risvegli di yoga e illuminazioni varie

    ...tutti questi risvegliati... ma tutto va a puttane ...tutta questa potenza divina

    interna e va sempre peggio...ah già...gli altri dormono...

    Gesù Cristo...mi inginocchio e abbasso la testa in preghiera...

    Niente di personale...uno sfogo nella via della ricerca
    probabilmente sei avanti e non ti comprendo... forse se mi spieghi i "senza anima"
    saluti
    p.s. ho un anima che scalpita...molto combattiva e tenace

    RispondiElimina
  4. figurati, non mi scalfisci minimamente.
    avanti, o no il mio commento peró non era riferito al tuo.
    questo mi fa sorridere. spero che ti sia utile questo specchio.
    buon proseguimento

    RispondiElimina
  5. è evidente che il tuo commento non era riferito al mio, io del tuo ho solo commentato l'ultima frase che difatti è un "come si dice" e non tua esprimendo la mia opinione sulle solite frasi fatte,tutto qui.
    Poi ti ho rivolto una domanda in che cosa consiste il "fare" perchè sembra che ti è molto chiaro e fai delle affermazioni molto precise.
    Quindi, riassumendo non volevo essere scortese, ho sbagliato l'approccio chiamandoti in causa personalmente solo per aver usato una solita frase fatta, potevo tranquillamente commentarla senza coinvolgerti.
    Chiedo venia...mi dispiace in effetti poi da quella frase sono partita in quarta ma ho anche specificato "(riferimento in generale non personale)"
    il mio vero intento non era certo di scalfirti???,non capisco il senso, ma solamente interrogarti sul cosa fare (... basta che fai)che è quello che più mi interessa e avere qualche spiegazione.
    Grazie comunque è stato un piacere e buon proseguimento anche a te.

    RispondiElimina
  6. Basta vivere la vita ... e dare attenzione a quello che ti sorprende!!! Ogni essere umano crea la sua realta', se non ci piace ogni uno e' corretto che lavori per cambiarla !!! Il granello di luce Cristica emerge quando hai portato a compimento il gioco della vita e quindi libero dal giogo ... come ?scegliendo ogni istante chi sei (la via dei giusti )" sii te stesso con occhi mente cuore e spirito in presenza e tutto arriva " dobbiamo arrenderci alla vita, abbandonarci in fiducia e cosi tutto si compie.

    RispondiElimina